Una pietra per l’architettura e la città. L’uso del grigio di Billiemi nella Sicilia d’età moderna e contemporanea (e-book)

Collana “Tracciati. Storia e costruzione nel Mediterraneo”, 6

Autore: Domenica Sutera

264 pagine a colori
Formato : e-book

ISBN: 978-88-98546-46-6
DOI: 10.17401/Billiemi-Sutera

Anno edizione: 2015

E-book in open access al link http://www.cosmedweb.org/pdf_pubbl/pietra_citta.pdf

Descrizione

Autore: Domenica Sutera

La storia plurisecolare raccontata in questo volume utilizza l’applicazione della pietra di Billiemi come uno speciale filo conduttore per individuare continuità, cesure e peculiarità dell’architettura in Sicilia, tra età moderna e contemporanea. Obiettivo non secondario è indagare il processo che trasforma la storia dell’uso di un materiale da costruzione in un’epopea sociale ed economica, attraverso un sistema di nuove convenzioni costruttive, regole e comportamenti. L’attenzione è stata particolarmente rivolta alle opere più note della storia dell’architettura siciliana e non solo (la chiesa di san Giuseppe dei Teatini e il pronao del palazzo delle Poste di Palermo, la facciata della cattedrale di Catania, la galleria della reggia di Caserta, il vestibolo dei “Passi Perduti” del palazzo di Giustizia di Messina). Il tipo di ricerca che si presenta, non convenzionale per gli studi storici, contempla l’interdisciplinarità e non ricalca i passaggi di quanto è stato già reso noto o approfondito dalla storiografia ma ne rivela aspetti più reconditi. L’ipotesi che la scelta e l’applicazione di un materiale da costruzione possano aver assunto un ruolo tutt’altro che secondario nell’orientare o nell’assecondare nel corso del tempo l’operato di generazioni di progettisti, il gusto dei committenti, i progressi tecnologici, finisce in molti casi per arricchire la percezione dell’architettura e dei processi che la governano, agevolandone la valutazione e svelando inaspettate ragioni e relazioni.